Attività

Gli imballaggi innovativi flessibili saranno ottenuti con una macchina prototipo a partire da materiali polimerici biodegradabili e/o compostabili, che saranno selezionati e caratterizzati dal punto di vista chimico-fisico.

Trattamenti a plasma freddo saranno applicati per attivare la superficie di film e nanofibre su cui immobilizzare gli enzimi.

L’attivazione dei film avverrà attraverso: (i) fissazione di enzimi sulla superficie del film a mezzo di cross-linking covalente; (ii) intrappolamento non-covalente dell'enzima in nanofibre preparate mediante elettrofilatura.

La quantità di enzima legato o intrappolato, la sua attività e persistenza saranno valutate con metodologie bio-analitiche.

Gli imballaggi flessibili multistrato saranno realizzati mediante adesione ottenuta con plasma atmosferico.

La scelta del tipo di imballaggio attivo più efficace verrà effettuata valutando preliminarmente aspetti relativi all'interazione tra imballaggio e alimento o sistemi modello.

La valutazione della shelf-life dei prodotti confezionati con i migliori imballaggi innovativi selezionati verrà effettuata in condizioni di conservazione reali misurando, ad intervalli di tempo definiti, le modificazioni a carico delle principali caratteristiche qualitative dei prodotti. I dati ottenuti saranno elaborati con modelli di valutazione di shelf-life.

Saranno applicate tecnologie e modelli utili a misurare e garantire la qualità del sistema prodotto-imballo alla tavola del consumatore e tecniche di reliability engineering (ALTA).

Verrà effettuata l’analisi Life Cycle Assessment di prodotto, ovvero misurato dettagliatamente l'impatto ambientale che si genera a fronte dell'impiego delle nuove soluzioni di imballo. Detta analisi includerà quella del processo tecnologico che realizza il package e della filiera logistica tipo lungo la quale si muoverà.

Area Riservata